Sala 1 - Preistoria e Protostoria

PugnaliMorsellaNella prima sala si trovano le più antiche testimonianze del popolamento del terrirotio in epoca preistorica, dal Mesolitico all'Età del Rame, e reperti del periodo protostorico, inquadrabili nell'Età del Bronzo e nell'Età del Ferro. 

L’esposizione apre con una vetrina dedicata ai manufatti preistorici (industria litica, asce e pugnali in pietra levigata e in selce). 

L’introduzione dei metalli è illustrata dai ripostigli di oggetti in bronzo (alcuni sono stati concessi in deposito dai Civici Musei di Pavia), tesaurizzati dai metallurghi per la rifusione. Seguono gli oggetti provenienti dagli abitati e dalle necropoli dell’età del Bronzo a dimostrazione della diffusione del popolamento del territorio: numerosi sono, infatti, i siti con testimonianze. Vasellame ceramico, decorato e non, e oggetti d’ornamento in bronzo dalle forme caratteristiche raccontano la vita quotidiana e le concezioni sull’Aldilà degli antichi abitanti.

Seguono le vetrine dedicate alla prima e seconda età del Ferro, sempre articolate in abitati e necropoli, che dimostrano la penetrazione della culture di Golasecca e di La Tène e i contatti commerciali con il mondo etrusco e quindi l’incontro con la civiltà romana. Tra gli oggetti più significativi il ripostiglio di asce in bronzo da Pieve Albignola, i grandi doli (contenitori di derrate) di Zinasco, i preziosi monili dei corredi tombali di Gambolò e Garlasco, le spade ripiegate nel loro fodero, secondo le usanze celtiche, della necropoli delle Bozzole e molto altro da scoprire.