Sala 3 - Età romana: vita quotidiana

antefissaLa terza sala illustra alcuni aspetti della vita quotidiana in età romana esponendo anche materiali provenienti da contesti di abitato. 

Le testimonianze relative ad abitati in Lomellina sono piuttosto scarse; la mancata conservazione di questi ultimi è dovuta alle tecniche edilizie impiegate. Perciò i resti di abitati sono riconoscibili solo da occhio esperto in scavi condotti accuratamente, come purtroppo non è avvenuto nella nostra zona. 

Il popolamento in Lomellina era caratterizzato da insediamenti sparsi: piccoli villaggi, collocati per lo più lungo il tragitto delle strade che permettevano le comunicazioni e i commerci. Vi erano anche edifici più isolati nelle campagne: si tratta di ville padronali al centro dei possedimenti, le cosiddette ville rustiche

Il materiale che si rinviene nello scavo di un abitato è solitamente in condizione di estrema frammentarietà e incompletezza: sono le cose che venivano buttate al momento dell'abbandono. La suppellettile di uso domestico comprende alcuni oggetti insipensabili (come il vasellame e gli attrezzi della cucina) e altri la cui funzione è segnalare lo status sociale del possessore, desideroso di apparire raffinato e in linea con le mode del tempo (come ornamenti personali quali anelli e bracciali, oppure oggetti per la cura personale ad esempio balsamari, rasoi, pinzette, specchi).